I genitori ne sanno qualcosa.. se c’e’ un rifiuto davvero fastidioso e’ il pannolino dei bambini una volta utilizzato. Fa parte chiaramente del Secco non riciclabile che viene recuperato molto spesso, ahimè, solo una volta alla settimana..beh, oggi vi vorremmo paralare di un’idea al quanto geniale riguardo per l’appunto il riuso dei pannolini proveniente proprio dalla nostra amata Italia.

Un’incredibile soluzione ideata da Fater, azienda di Pescara proprietaria dei marchi Pampers e Lines, nata per risolvere il problema dello smaltimento dei pannolini usati, realizzati con uno dei materiali più lunghi da eliminare in natura. Gli specialisti dell’azienda hanno messo a punto un sistema rivoluzionario in grado di riciclare i pannolini usati al 100%. In sostanza il materiale a fine vita viene raccolto in maniera differenziata, disinfettato e ripulito con un getto di vapore che sterilizza, e le sue componenti separate e lavorate in modo da ottenere plastica, cellulosa e materiale altamente assorbente.

Con la plastica ottenuta in questo modo è possibile realizzare arredi urbani ma anche tappi di bottiglia, contenitori speciali, mollette, cassette per la frutta; la cellulosa ricavata può essere utilizzata nelle cartiere ma anche per le lettiere per gli animali, per fare materiali fonoassorbenti per l’edilizia e perfino viscosa tessile. Infine il materiale altamente assorbente è oggetto di attenzione della stessa azienda che ha ideato il processo e che acquisterebbe volentieri il prodotto – a dimostrazione della qualità del risultato. Una vera e propria svolta che potrebbe migliorare di non poco lo stile di vita di tutti noi.

Scritto da Laura Sgobbi